Passologico Agonistica...e non solo

Il 2015 per l’associazione passologico è stato senz’altro un anno importante. Tra le tante cose si sono poste le basi per la nascita di una squadra che ha preso il nome di passologico agonistica. Tra i momenti fondanti, tralasciando per un attimo gli aspetti del “dietro le quinte” che magari avremo il piacere di far raccontare, in seguito, proprio ai diretti interessati, la condivisione di due cene. In queste ultime abbiamo fermato per un attimo il tempo attraverso le foto che vedete.

Nella prima ci sono il Presidente dell’asd passologico Mauro Trubiano, il Dott. Fulvio TrainoOrnella Di Menna che coordina tutte le attività di segreteria, Genny Di Filippo che cura la comunicazione e in particolare due nuovi atleti passologico, Roberto Cardinali e Rosario Giannandrea che hanno scelto di far parte dell’associazione pur non rientrando tra gli agonisti. Una scelta che per passologico non è meno importante di altre, poiché l’asd da sempre si fa portavoce di una cultura sportiva che vede l’agonismo come la possibilità di essere prot-agonisti di qualcosa e, al di là delle formalità, Roberto e Rosario, anch’essi allenati da Mario de Benedictis, hanno già espresso la volontà voler condividere con noi la loro esperienza sportiva e per questo presto li conosceremo meglio. Nella seconda (da destra)  Mario de Benedictis e i ragazzi da lui allenati che costituiscono la squadra agonisti: (a seguire) Marco Santozzi, Luigi Turilli, Enrico Terrenzio, Alessio Bellaspica, Alessio Bisogno. Manca Matteo Torrieri che presto incontreremo. 

 

Per l’occasione Lello, proprietario della nota pizzeria che a Villa Raspa di Spoltore porta il suo nome, ci ha regalato una bellissima torta. Il tempo è passato in fretta e siamo già pronti per un’altra serata in attesa delle direttive del nostro Resposabile Tecnico Mario, come recita un post su fb durante la cena, impegnato in questi giorni in un raduno nazionale a Grosseto.

Passologico cresce grazie a tutte queste persone che si mettono in gioco ogni giorno per una ragione comune: la passione per lo sport, una passione che ha fatto nascere diverse riflessioni. Riportiamo quella di Mario de Benedictis (www.mariodebenedictis.com) e quella di Marco Santozzi (divagazioniemotive.blogspot.it) che oltre ad essere uno degli agonisti è uno psicologo e psicoterapeuta ed è anche colui che si occupa degli aspetti organizzativi della squadra.